africa-logo gKamwene, marafiki!

Questo è il mio blog, il mio diario africano, ma è anche un portale in cui propongo consigli e guide rivolte a chi vorrebbe fare volontariato in Africa.


Faccio appunto parte di una Onlus che sostiene alcune missioni in Tanzania; inoltre parlo un po’ di Swahili.

Dico sempre che per diventare volontari non c’è bisogno di particolari competenze: basta la forza di volontà, la voglia di mettersi in gioco, di credere veramente in ciò che si sta andando a fare, nonché spirito di adattamento. Insomma, tutti siamo potenziali volontari: basta semplicemente volerlo.

 

Annunci

»

  1. Rossana Cavaliere ha detto:

    Ciao, le mie due bambine hanno preparato una scatola con cibo, vestiti e giocattoli da spedire in Africa. Sai darci un indirizzo? Grazie
    Rossana Cavaliere

  2. Davide ha detto:

    Ciao Elisa,

    mi chiamo Davide e sono un ragazzo di Frosinone da poco laureato in scienze infermieristiche e da sempre ho un grande sogno, quello di vivere un esperienza come volontario in Africa, mi chiedevo se potreste darmi tutte le informazioni necessarie su come muovermi a realizzare questo grande sogno che sento fortemente dentro di me!

    Grazie

    • Anonimo ha detto:

      fallo da solo, non ti appoggiare a nessuna onlus, sono solo dei succhiasangue…sono migliaia, in ogni dove ma non risolvono alcun problema, anzi li amplificano per chiedere donazioni e fondi vergogna! abbi il coraggio di andare giu da solo, con la tua umilta e la tua voglia di conoscere non di “aiutare”, perche non possiamo aiutare nessuno, solo condividere il tempo che abbiamo su questo mondo, vivendo con onesta, rispetto e amore.

    • Anonimo ha detto:

      Complimenti addirittura vendere casa auguri km!

  3. christian ha detto:

    ciao elisa, mi chiamo christian gasparotto e sono un ingegnere civile specializzato in strutture di rimini di 42 anni. ti scrivo per chiedere alcune informazioni, in quanto sto valutando la possibilità di fare un mese di volontariato in africa o comunque in posti in cui possa essere utile anche solo dare una mano, nella prossima estate.
    il mio obiettivo è quello di poter fornire un supporto, magari se occorre come ingegnere civile, per un periodo di un mese circa, a mie spese insieme alla mia compagna di vita.
    la mia possibilità dipende dal fatto che sto cercando di vendere casa, perchè altrimenti non avrò le possibilità economiche per fare questo passo, ma intanto mi piacerebbe raccogliere informazioni in merito. per cui se pensiate che la mia figura professionale possa essere utile (ma mi adatterei anche a fare altro) e hai delle informazioni da darmi (contatti o quant’altro) ti sarei grato se potessi fornirmele.
    se puoi rispondimi pure via email. grazieee
    christian gasparotto

  4. Anonimo ha detto:

    Ciao Elisa,
    ti scrivo perchè stavo facendo una ricerca su google delle adozioni a distanza e ho letto il tuo pezzo.
    Mi piacerebbe mettermi in contatto con te per poterti chiedere ulteriori informazioni.
    Spero potrai contattarmi in privato.
    Grazie.
    Barbara

    • Shiva ha detto:

      Ciao,
      Ho letto che lei cerca adotzioni a distanza e forse la posso autare per non trappolare questi asociazioni che purtroppo solo prendono soldi e non fanno niente per quelli poveracci.
      L’anno scorso io e mio marito siamo stati in Tanzania e fortunatamente abbiamo conosciuto le famiglie di Massai che vivono in condizione veramente critiche e tanti bambini che non hanno possibilità di andare in schoula. Devo dire mi hanno colpito tanto e appena siamo tornati ho cominciato di autareli diretamente e prendere la cura dei bambini del villaggio che non hanno niente, ne scarpe, ne vestiti ….
      Gni tanto ritorno li e faccio quello che posso fare per loro senza mettermi in contatto con questi associazioni che perendono tatnti soldi anche per chi vuole andare a fare volontariato.
      Se le interessa la posso metere in contatto direttamente con loro che li ci sono tanti bambini bisognosi e veramente hanno bisogno di auto.
      Il mio numero è 327 083 2088 e mi chiamo Shiva

  5. Anonimo ha detto:

    Ciao Elisa…anche io sono stata a Migoli due volte, e leggendo parte del tuo diario mi sono emozionata… anche io ho scritto un diario e senza conoscerci abbiamo scritto le stesse cose… ho provato le tue stesse emozioni e le tue stesse sensazioni… è proprio vero che l’Africa fa innamorare chiunque sia pronto ad aprire il cuore!! continua cosi 😉 Ilaria

  6. Simina ha detto:

    Ciao sono Simina e ho un forte deziderio di fare volontariato in Africa Per aiutare i bambini perfavore mi puoi contattare vorrei sapere da Dove iniziare come fare perche non saprei . .il mio Imail e….simina.klein@yahoo.it grazie di cuore

  7. michele ha detto:

    ciao elisa complimenti per la tua esperienza e per il blog. io ho fatto varie esperienze di volontariato in africa, in kenya e mozambico, e in altre zone del mondo. ho appena aperto un blog dove mi racconto unbambinonelmondo.blogspot.com se vuoi dai uno sguardo e dimmi che ne pensi. asante sana michele 🙂

  8. Marianna ha detto:

    Ciao, avrei voglia di conoscerti. Potresti contattarmi in privato?

  9. Anonimo ha detto:

    Ciao elisa, partirò venerdi 3 luglio per un’esperienza in un’ospedale pediatrico in Togo. leggere quello che hai scritto mi è servito per capire meglio quella realtà che tra poco vedrò con i miei occhi. grazie mille

  10. Anna ha detto:

    Ciao Elisa,
    io sono Anna! E’ un po’ di tempo che sto pensando di intraprendere un’esperienza simile alla tua, mi piacerebbe molto parlare con te e chiederti dei consigli.
    Ti lascio il mio indirizzo e mail: annina026@gmail.com
    Intanto ti faccio i compimenti per il blog 😉

  11. Elisabetta Buffatti ha detto:

    Ciao Elisa!
    sono Elisabetta, alle soglie dei 50 anni, da tempo desidero fare un’esperienza di volontariato in Africa, sarebbe la primissima esperienza. Sto vivendo un’esperienza nella mia città (Verona) come volontaria nell’insegnamento dell’italiano ai profughi ospiti in una struttura, prevalentemente subsahariani; questo mi sta motivando ulteriormente nel dare corpo a confrontarmi con la terra da cui provengono. Come tanti, anch’io sono disorientata dalla gran quantità di associazioni… e come prima esperienza non vorrei iniziare con una situazione troppo estrema… Potresti orientarmi un pochino?
    elisbuff65@gmail.com
    Grazie, Elisabetta

    • Anonimo ha detto:

      Ciao scusami sono di brescia sei riuscita alla fine a partire io ho 42 anni e ci sto pensando grazie

    • Anonimo ha detto:

      Ciao sei riuscita a orientarmi ? Io sono di brescia e ci sto pensando a fare una esperienza simile sono più o meno nella tua situazione ciao grazie

  12. Erika ha detto:

    Ciao Elisa, mi chiamo Erika.
    Ho un debole per l’Africa e per tutti i suoi meravigliosi abitanti da quando sono piccola. Il mio sogno è aiutarli, partire, per essere ripagata dai loro sorrisi. Non riesco a trovare nessuna associazione che mi convince, ti lascio la mia email in modo che se ti va, mi puoi aiutare: saradent@libero.it
    Ti aspetto!!!

  13. Fabio ha detto:

    Salve Elisa,
    sono Fabio,ho 20 anni e sono uno studente universitario. Da molti anni ho il desiderio di partecipare ad un campo di lavoro e penso sia giunto il momento di farlo. Purtroppo essendo la prima volta che mi avvicino a questo tipo di progetti sono piuttosto spaesato dalla quantità di associazioni che offrono esperienze diverse (e a parer mio non sempre molto convincenti). MI farebbe piacere poter avere uno scambio di mail con lei, in modo da avere qualche chiarimento e magari qualche opinione personale su quale situazione convenga cercare ad una persona alle prime armi come me.
    Grazie mille
    Fabio

  14. Mattia Carraro ha detto:

    Ciao Elisa, sono Mattia Carraro presidente della Associazione SODADE Onlus di Mestrino (PD).

    Volevo solo metterti al corrente che la nostra associazione opera in Burundi e Capo Verde.
    Se vuoi aggiungila alla lista!!

    Grazie
    Ciao

  15. ivan ziccardi ha detto:

    ciao elisa,
    mi chiamo ivan ziccardi, ho 40 anni e sono un architetto specializzato in edilizia sanitaria e con qualche esperienza anche nella progettazione scolastica… ho anche un pò di pratica nel campo della formazione ed ho lavorato più volte anche con bambini “disagiati”, principalmente attraverso piccole attività di una onlus a cui ho aderito negli ultimi anni qui in italia.

    attualmente sono in partenza per il kenya per coadiuvare una onlus in un progetto per la costruzione di una struttura per bambini orfani a sud di mombasa…. la mia intenzione è di dedicare i prossimi anni a questo settore, anche trasferendomi sul posto per lunghi periodi.

    dunque mi permetto di segnalarvi la mia disponibilità a seguire simili progetti anche in tanzania (madagascar, sudafrica, marocco, capoverde e altre nazioni sono comunque valutabili).

    nel caso in cui il mio profilo non dovesse risultare utile alle attività della tua associazione, ti sarei grato, qualora lo trovassi opportuno, se inoltrassi questa mia segnalazione a quelle altre organizzazioni di tua conoscenza che possano avere bisogno di una figura come la mia.

    la mail a cui potermi contattare è zidmail@libero.it

    ti ringrazio per l’attenzione e ti auguro un buon lavoro…. che la fortuna accompagni sempre i progetti in favore di chi più ne ha bisogno.

    ivan ziccardi

  16. Virginia Ghini ha detto:

    ciao elisa,
    una mia amica ed io avremmo il desiderio di partire per la tanzania verso fine agosto, per un mese.
    Pensavamo di dedicarci al volontariato per due settimane(circa le ultime due di agosto), ma abbiamo avuto problemi a metterci in contatto con le associazioni o a metterci d’accordo con tali, dato che abbiamo a disposizione unicamente quel periodo prestabilito.
    Abbiamo letto il tuo blog e ti vorremmo chiedere un consiglio/nominativo/e-mail a cui rivolgerci.
    Avremo un appoggio a Dar-es Salaam, quindi speravamo di rimanere in zona.

    il mio indirizzo mail è virgighini@libero.it
    Grazie in anticipo per la disponibilità

    • Elisa ha detto:

      Ciao Virginia,
      a 25km da Dar es Salaam c’è una bella missione, si sviluppa come “villaggio orfanotrofio”, dove i bambini sono felici. Si chiama infatti “Villaggio della gioia”.
      Mi pare sia appoggiata anche da ONLUS di Bergamo. Se l’associazione non prevedesse partenze per la data in cui siete disponibili, potreste andare in un’agenzia di viaggi e organizzare i voli sino a Dar, e da lì prendere il bus per il viaggio o farvi venire a prendere (avvertendo qualche settimana prima la missione). Ecco il loro sito: http://www.ilvillaggiodellagioia.it/index.php Trovi sia il numero di telefono della ONLUS che l’indirizzo e-mail del missionario.

  17. Anonimo ha detto:

    Ciao Elisa, sono Elena una ragazzi di 24 anni.
    Ho un forte desiderio di fare un’ esperienza come la tua da anni e penso che sia arrivato proprio il momento. Leggo di un sacco di associazioni e progetti e vorrei poter scambiare due parole con te per intraprendere questo viaggio.
    Ti lascio la mia email ( elenazcn@gmail.com) se mi puoi contattare in provato avrei bisogno di parlartene e avere dei consigli da te.

    Grazie mille
    Elena

  18. ESAM ELHAG ha detto:

    Egregio Signore buon giorno.

    La presente per rendere noto che dal 13.05.2014 al 17.05.2014, Il signor Minni Minnawi, leader del SLM (Sudan Liberation Movement), che nel 2006, in seguito all’Accordo del Darfur (Contratto di Abuja – 05.05.2006), era divenuto Assistente del Presidente del Sudan, tornando poi all’opposizione nel 2010 (il 10.12.2010 l’SLM ritirò l’Accordo del Darfur), sarà a Roma. Avrebbe, pertanto, piacere di incontrare IL SABATO 17.05.2014 le ONG per rilasciare interviste, fornendo informazioni e aggiornamenti in merito agli sviluppi della indefessa lotta per la democrazia e i diritti umani. In attesa del Suo cortese riscontro, saluto cordialmente.

    Esam Elhag
    Rappresentante del Movimento (SLM/MM) in Italia

    cell.3382014390

  19. pasquale ha detto:

    Ciao Elisa,sono Pasquale un ragazzo di 27 anni,io vorrei partire come volontario per i campi lavoro in Africa,ma avrei da chiederti alcune cose,,,se ti èposssibile contattami in privato,te ne sarei molto grato…pasqualemata87@hotmail.it

  20. alessandra ha detto:

    Ciao elisa potrei contattarti in privato? Aspetto una tua e-mail..grazie mille

  21. Claudio Cibic ha detto:

    Ciao Elisa, sono capitato per caso sul tuo sito, vedo che abbiamo tanti amici e conoscenze in comune. Noi ci siamo focalizzati sull’education, crediamo che sia la cosa più importante per la Tanzania; abbiamo intrapreso la difficile avventura di una scuola elementare per i nostri orfani ed anche per altri bimbi paganti, ed ora siamo in ballo e come puoi immaginare le difficoltà non mancano mai. Ora abbiamo completato una guest-house e siamo quindi in grado di ospitare collaboratori volontari. La selezione dei volontari è una cosa assai critica, abbiamo avuto per tre mesi per la prima volta un ragazzo e una ragazza, la loro collaborazione nella scuola e stata preziosa, quanto diverso e significativo è il feed-back che si può avere da un occhio attento di persone che vivono fianco a fianco con i bimbi e il personale della scuola, rispetto alle impressioni mordi e fuggi anche di visite frequenti (in tempi di non crisi mi è capitato di andare giù anche quattro volte l’anno; più ci si accosta a queste esperienze più ci si accorge che non si finisce mai di imparare e di affinare i propri punti di vista e i propositi di miglioramento. Seguirò con attenzione il tuo prezioso blog, motivo di riflessione sulla necessità di contemperare l’ansia di esperienze proprie di un aspirante volontario con l’esigenza assoluta dell’associazione di avere delle persone che siano fidelizzate ai progetti e garantiscano un apporto per quanto possibile in linea con i disegni e le aspettative tracciate in precedenza. E quindi formazione in Italia, verifica di una efficace fidelizzazione all’organizzazione, verifica delle effettive capacità e dell’attitudine caratteriale etc. etc.
    Oppure virare ad essere un’agenzia turistica che fa viaggi di conoscenza per un ritorno di fundraising, ma a questo non siamo ancora arrivati e forse non lo vogliamo veramente.
    Grazie per quello che fai, asante na shukuru !

  22. Silvia Pisciotta ha detto:

    Ciao, sono Silvia e ho 18 anni. Vorrei un consiglio, è troppo presto intraprendere questo tipo di esperienza a 18 anni? Ci sto pensando da un paio di mesi e più ci penso più mi convinco. Però data la mia poca esperienza non so da che tipo di organizzazione iniziare, per quanto tempo e che tipo di aiuto concreto potrei dare.
    Spero che tu possa fornirmi qualche informazione, grazie.

  23. roberto ha detto:

    ciao Elisa sono Roberto sono da poco in pensione quindi farei volentieri una esperienza
    di aiuto sociale praticamente sono un jolly che potrebbe essere impiegato in diverse mansioni se serve scrivimi sono adisposizione parlo discretamente il francese l’inglese e lo spagnolo ciao

  24. Daria Gugliantini ha detto:

    Ciao Elisa,

    Mi chiamo Daria, sono toscana e sono da poco tornata da un viaggio meraviglioso a Zanzibar. Li abbiamo potuto visitare diversi villaggi dell’entroterra e dare un piccolo aiuto agli abitanti. E’ stata un’esperienza veramente unica e adesso vorremmo impegnarci in qualcosa di piu’ concreto ma non sappiamo da dove cominciare. Cercando in internet abbiamo trovato la onlus Whyonlus di Jambiani a Zanzibar che si occupa di asili e scuole. Conosci per caso altre associazioni sempre a Zanzibar? Se si, quali? Puoi mandarmi una lista per email?

    Grazie mille e complimenti per quello che fai!

    A presto,
    Daria

  25. Antonio D'Esposito ha detto:

    Ciao Elisa, io sono Antonio ho 22 anni, non sono diplomato e non ho competenze lavorative specifiche data la situazione in Italia, ho fatto vari lavori, ma sogno da molto tempo di fare il volontario, sono in grado di pagarmi il volo grazie all’aiuto dei miei genitori che appoggiano la mia scelta, ma li dovrei mantenermi in qualche modo, ti lascio la mia e-mail, mi piacerebbe saperne di più sulla Onlus di cui fai parte e magari riuscire a farne parte desanto91@hotmail.it

  26. Laura ha detto:

    ciao Elisa! mi chiamo Laura e vorrei poterTi scrivere e contattare in privato.
    Spero sia possibile. potresti contattarmi, per favore? Vorrei anche potermi mettere in contatto con il volontario romano che è stato a casa di Lazzaro per chiedergli alcune info su insegnamento dell’inglese etc. Io studio il kiswahili.. anche se ancora non ho capito perché ….. mi affascina così tanto!!! per favore, se puoi batti un colpo di e-mail! grazie!
    Laura di Roma!

  27. miryloveafrika ha detto:

    Ciao Elisa!
    Ho 18 anni e mi servirebbero delle piccole informazioni.
    Io non ho nessuna disponibilità economica ma il desiderio di andare in Africa è molto forte.
    Come posso fare?!
    Quest’esperienza vorrei condividerla con il mio fidanzato,tu dici che si può stare nello stesso luogo e nello stesso periodo?!
    Bravissima,intanto! il tuo blog è una cosa magnifica!
    Jambo 😀

  28. vito ha detto:

    ciao elisisa mi chiamo vito è da oltre dieci anni che vato in tanzania in varie missioni collegine, proprio tra qualche giorno ripartirò per fare il giro delle missioni abbiamo cintribuito e portato avanti progetti ma soprattutto li abbiamo finiti per migliorare ed rendere autosufficenti le popolazioni del posto . Quest’anno relizeremo in accordo con le suore collegine un bazar nell’ospedale di changarawe ed il ricavato sarà destinato alle suore.guarato il tuo sito ho notato che sei stata nelle stesse missioni forse conosci suor rita a mtwango suir fulgenzia a migoli e suor natalia a moro goro ed suor emerita che diventera la responsabile della scuola di mutuango che si sara l’innaugurazione il 27 settembre prossimo dove io partecipero . Potremmo unire le nostre forze .
    Celebriamo le coincidenze che accadono nella vita . Possono essere dei miracoli .
    con cordialità e stima Vito .

    • Elisa ha detto:

      Ciao Vito! Se non ho inteso male, se il famoso Vito di una onlus di Catania, giusto? 🙂 Ho sentito molto parlare di voi, e ho girato io il video di ringraziamento che Suor Rita vi ha spedito l’anno scorso. Mi fa molto piacere sapere di questa vostra iniziativa per sostenere Changarawe, lì hanno bisogno di tantissimo aiuto. Per pubblicizzare eventuali vostre raccolte fondi prima di partire per la Tanzania, ti consiglio di mostrare ai vostri sostenitori questa intervista che ho fatto a Sr. Felista di Changarawe: http://youtu.be/3l37yfF6EBI … davvero toccante!
      Avrei in mente qualche idea di collaborazione per diffondere sul web i vostri progetti, tramite il mio blog. Sarei felicissima di raccogliere la tua testimonianza al ritorno dall’Africa, nonché qualche foto. Scrivimi presso elisaintanzania@gmail.com
      Un abbraccio,
      Elisa

      • vito ha detto:

        gentilissima e simpatica elisa non darmi dei meriti che non ho . la mia idea era proprio questa dioffondere tramite il tuo blog tutte le nostre iniziative perche purtroppo io piu’ di qua non vado con la tecnologia dei compiuter per un fatto puramente anagrafico colgo loccasione per mandati qwuesti video dagli un occhiata .http://www.youtube.com/watch?v=mKbKD54NzDA ed un altro http://www.youtube.com/watch?v=DZKOt6SVLzk al tuo ritorno saro lieto di incontrarti per una scambio di idee foto e pensieri .
        ciao vito .

  29. Pietro Paolo ha detto:

    Vorrei contribuire ad aiutare quelle popolazioni!
    Dimmi come fare, grazie
    Pietro Paolo

  30. Ciao Elisa!
    Innanzitutto complimenti per il tuo sito!
    Anche noi ci stiamo preparando per un’esperienza simile: un campo scout di servizio nella zona di Morogoro!
    Partiremo tra poco più di un mese, puoi immaginare l’emozione come cresce giorno dopo giorno!
    Abbiamo creato un semplice blog, ti invio il link se ti va di vederlo!
    http://clanlacordata.wordpress.com/

    Un abbraccio, buona strada!
    Clan La Cordata Agesci Verona 3

  31. antonio ha detto:

    ciao elisa! mi chiamo antonio ho 22 anni e vengo da firenze
    ho provato ha mandare email e cv in tutte le associazioni onlus da te elencate e nessuna ripeto nessuna può dami una mano nel cerca un villaggio per volontario in tanzanio nel periodo che va da maggio a agosto 2013.chiedo cordialmente se è possibile darmi una mano e magari passarmi qualche contatto di villaggi disposti ad ospitare un ragazzo che non vede l’ora di aiutare il prossimo e di partire!

  32. Giorgio Girelli ha detto:

    Ciao Elisa,
    sono Giorgio Girelli presidente dell’ associazione ” GLI AMICI DI VENEZIA ” onlus, ho fondato questa associazione nel 2007 assieme a mia moglie e a 9 amici, ora siamo in 140, lavoravo per una associazione che non mi sembrava molto chiara e allora ha preferito farne una nostra.
    Avendo adottato nel 1993 una bambina etiope nel 2005 siamo andati a trovarla e da li’ e’nato il nostro amore per l’ Africa, su suggerimento di una nostra amica suora ci siamo recati in una delle zone piu’ povere e precisamente nella Somali Area ai confini con la Somalia, luogo abbandonato da tutti perche’ scomodo da raggiungere e pericoloso, abbiamo costruito un primo pozzo profondo che da’ da bere a circa 10.000 persone e 5.000 animali, avendo trovato una falda molto ricca hanno incominciato a coltivare.
    Ci siamo spostati piu’ad est e abbiamo costruito una scuola che e’ frequentata da circa 300 ragazzi di cui 65 ragazze cosa anomala in quella zona, , adiacente abbiamo costruito un piccolo dispensario medico, lo stato ha inviato tre maestri e due infermieri. Ora stiamo costruendo un secondo pozzo profondo che dara’ da bere a circa 15.000 persone, 4 km. di acquedotto con una cisterna da 50 mc. che portera’ l’ acqua al dispensario e alla scuola.
    Abbiamo costruito anche in India e precisamente nello stato rurale dell’ Andhra Pradesh una casa per bambini sieropositivi.
    Ora vorremmo spostarci in Tanzania, e precisamente a Tanga per aiutare suor Sofia Lo Presti, avrei bisogno di qualche informazione, come contattarla, come arrivarci, le linee aeree e altro.
    Se vuoi conoscere la nostra associazione vai sul sito http://www.gliamicidivenezia.org
    Aspetto tue notizie.

    Grazie giorgio

  33. fabio ha detto:

    ciao Elisa quest’estate vorrei recarmi in tanzania per capire il volontariato rendermi conto di cosa sia veramente ma nn ho contatti e nn so come fare nel caos di internet non ci capisco piu nulla….. mi puoi aiutare grazie ciao Fabio

  34. Chiara ha detto:

    Ciao Elisa,posso chiederti con quale associazione sei partita tu?

  35. Michele Caramia ha detto:

    Sono un architetto di 47 anni; dopo anni di attività , ritengo che in Italia come in Europa non ci sia più abbastanza territorio da occupare con edifici, tenendo pure conto che il mercato delle abitazioni è crollato. Al contrario nei paesi sottosviluppatic’è molto bisogno di infrastrutture case decenti, utilizzando materiali del luogo ecocopatibil
    Sarei pronto a trasferirmi pr dei progetti edilizi di risanamento igienico degli insediamenti africani.

  36. Vincent ha detto:

    Permettetemi di dissentire. L’Italia raccontata dai Norvegesi o dai Cinesi, come di fatto avviene, non é affatto cosa assurda. Anzi. La diffusione della storia di un paese e di un continente, é sempre stata diffusa dal turista, difficilmente dall’indigeno, comunque non esclusivamente. Come si potrebbe conoscere ad esempio la storia e il costume dell’Africa se non fosse stata divulgata dagli “ospiti”, tu compresa. per non parlare dei documentari?,. Anzi, se non ci fosse stata una diffusione capillare e giornalistica delle “invasioni” perpetrate in questo e in altri continenti essenzialmente poveri, quindi sfruttati dall’occidente e nondimeno dall’oriente, questi paesi sarebbero ancora sfruttati (non che non lo siano, ma non é più un fenomeno invasivo come ai tempi pre-guerre mondiali). Lasciamo che la storia dell’Africa la raccontino gli Africani, sì, ma lasciamo anche che il mondo conosca e racconti il mondo.

    Un Saluto,
    Vincent

  37. monica ha detto:

    si dice che chi va in Africa un mese scrive un racconto,chi ci sta un anno scrive un libro e chi ci sta una vita capisce che deve solo vivere!
    Monica

    • Anonimo ha detto:

      Ciao Monica, condivido il tuo pensiero….l’Africa va vissuta….e forse dovremmo lasciare che a scriverla siano gli africani…. non sembrerebbe un pò assurdo che l’Italia la raccontassero i norvegesi, i turchi, o gli africani?????

    • Silviaaaa ha detto:

      io sono daccordissmo, ma credo che sia una buona cosa per coloro intezionati a partire 🙂

  38. Stefano Davoli ha detto:

    Molto ben realizzato , anche nel contesto della prevenzione .
    anche se da te non mi sarei aspettato altro che una scrittura impeccabile e avvincente ,
    continua cosi Ely 🙂

    devo dire che la vita nelle filippine non si discosta molto da quella africana , magari un giorno ti tiro sù un blog anche io 🙂

  39. noicoltiviamo ha detto:

    Ciao Elisa! Complimenti per il tuo blog: continua a raccontarti e chissà se non ci vedremo da qualche parte: safari njema!

  40. raffy ha detto:

    Ciao Elisa, anche io vorrei fare un’esperienza come la tua un giorno.
    Grazie per questo blog sarà un punto di riferimento!!!

    un abraccio Raffaella

  41. Kevin ha detto:

    Complimenti, ti seguiro il piu possible

  42. Silvio ha detto:

    Solo una parola: Brava!

    Ti seguirò e continuerò a leggere sia per i contenuti, che per come lo fai.
    Ciao

    Silvio

  43. Vincxent ha detto:

    Ciao Elisa! ogni tanto visiterò il tuo blog. Interessante. Un saluto, Vincent 😉

COMMENTA

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...