albino

In Africa Orientale gli albini vengono considerati come dei demoni, vengono assassinati per dei riti di stregoneria, i quali includono diverse parti del corpo di queste persone. Le donne, prima di essere uccise, vengono stuprate in quanto si ritiene che, stuprandole, si guarisca dall’AIDS.
Abbandonati. Assassinati. Fatti a pezzi. Scuoiati. Questo è il destino di chi nasce albino in Africa: essere vittime sacrificali i cui corpi vengono utilizzati dagli stregoni.
Come se non bastasse, la Tanzania è il Paese ad avere la percentuale di albini più alta di tutto il mondo.
Gli albini vengono etichettati con epiteti di “demoni” e “fantasmi”, degli spiriti di morti reincarnati. Si ritiene che ogni anno avvengano diverse centinaia di assassini di persone albine, ma che solo un numero irrisorio di essi venga segnalato alla Polizia.
Spesso i genitori abbandonano i figli albini, in quanto la nascita di un bambino viene considerato un evento infausto, la madre può venire ripudiata dal marito, o vivere nella vergogna.
albino-africaL’ONU, nel marzo 2013, ha condannato queste pratiche, incitando il governo della Tanzania a prendere provvedimenti più forti. Nel 2010 Salum Khalfani Bar’wani è stato il primo albino ad essere eletto nel parlamento della Tanzania, una vittoria per tutti quanti.
In un articolo della BBC si leggono alcuni fatti di cronaca che descrivono le modalità alcune uccisioni: si apprende, ad esempio, di un bambino di 10 anni a cui è stato amputato un braccio mentre andava a scuola.
Di recente è sorta una speranza: il Kabanaga Protectorate Centre (nel nord-est della Tanzania), altrimenti noto ai locali come “la tribù dei fantasmi“, ospita attualmente 70 persone albine, dai neonati ai 60enni. Un rifugio per i perseguitati.

Vi propongo la visione di un video dell’ONU sugli albini in Tanzania:

Lalbinismo è una malattia congenita causata da un gene difettoso, in cui vi è la mancanza – totale o parziale – di pigmentazione melaninica della pelle, nell’iride e nei capelli.
Tutti questi morti, solamente per un gene imperfetto.

Annunci

»

  1. woodwood ha detto:

    Consiglio a tutti di leggere il libro di Cristiano Gentilini OMBRA BIANCA

  2. Tonino ha detto:

    Ti ringrazio per la tua testimonianza ma se fosse possibile si dovrebbe per lo meno mettere i sottotitoli al video,purtroppo non tutti possono comprendere l’inglese.
    =)

  3. Anonimo ha detto:

    Ti ringrazio per la tua testimonianza ma se fosse possibile si dovrebbe per lo meno mettere i sottotitoli al video,purtroppo non tutti possono comprendere l’inglese.
    =)

  4. […] L’albinismo è una malattia congenita causata da un gene difettoso, in cui vi è la mancanza – totale o parziale – di pigmentazione melaninica della pelle, nell’iride e nei capelli. Tutti questi morti, solamente per un gene imperfetto. fonte […]

  5. Aida ha detto:

    Salve, io sono africana ma no sono albina.. mi si spezza il cuore a leggere queste cose.. purtroppo l’uomo nero vive ancora nell’ignoranza e ha bisogno di imparare.
    Veramente interessante l’articolo e ben fatto.

  6. Ciao Elisa!!
    Lunedì 7 ottobre a Verona trasmettono il nuovo film White Shadow…se riusciamo ad andare a vederlo, poi te/ve lo raccontiamo!
    http://clanlacordata.wordpress.com/2013/10/04/programmi-per-il-weekend/

  7. […] un ragazzo albino, e delle persecuzioni che lui e altri albini purtroppo ancora devono subire (sul blog della nostra amica Elisa (!!) potete trovare degli articoli interessanti in merito alla situazione delle persone albine in […]

  8. Miriam Rubbà ha detto:

    Grazie a te per ciò che fai e l’impegno che dedichi quotidinamente! Miriam

  9. Africa Report ha detto:

    L’ha ribloggato su Africa Reporte ha commentato:
    Ottimo portale. Complimenti

COMMENTA

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...