Durante la stagione delle piogge, la savana assume dei colori totalmente diversi rispetto a quelli che ci aspetteremmo di vedere. I mesi di febbraio, marzo, aprile corrispondono infatti alla stagione delle piogge: si parla di stagione secca e di stagione umida.

Durante la stagione secca la savana assume i colori della prateria gialla che conosciamo. Le piogge sono pressoché assenti, il clima è torrido e costringe molti animali a migrare. Le pozze d’acqua si asciugano, i laghi si riducono a vista d’occhio.

La stagione umida comporta sia brevi piogge sia violenti temporali, capaci di trasformare in fango le strade, che diventano praticamente dei pantani. Con l’umidità, aumenta notevolmente il numero delle zanzare (e quindi è maggiore il rischio di contrarre la malaria). In questo periodo la savana è rigogliosa, la prateria assume un colorito verde. I baobab hanno le foglie.

Tipi di savana:

Bushveld. La savana di questo tipo è caratterizzata da alberi di acacia (di diverse specie, dall’acacia tortilis e all’acacia erioloba), nonché di baobab. Le acacie hanno radici molto profonde, adatte a cercare terra umida in profondità.

Thornveld. Savana con pochi alberi, caratterizzata da numerosi cespugli spinosi.

Ho cercato su Internet delle foto che mettessero a confronto la savana nelle due diverse stagioni. Qui sotto potete vederne alcune.

Annunci

»

  1. meraviglia ha detto:

    poveri bambini:(

  2. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

COMMENTA

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...