Negli ultimi 50 anni, la popolazione dei leoni presenti in natura si è ridotta da 450.000 esemplari a soli 20.000.

Il leone è oggi considerata una specie vulnerabile.

In generale tutte le specie di grandi felini sono minacciate, ad esempio si stima che il numero di leopardi delle nevi, presenti in natura, ammonti a soli 4.000 – 6.500 esemplari. Di giaguari ne restano 10.000, come anche di leopardi nebulosi.

Disastrosa è la situazione del ghepardo, si stima che ne rimangano solamente 7.000-10.000, il tasso di cuccioli che arrivano all’età adulta è bassissimo.

Il felino più minacciato è la tigre: in natura ne restano meno di 4.000.

La causa di questa ecatombe è senza dubbio l’uomo: gli insediamenti umani tolgono habitat agli animali, ma soprattutto il bracconaggio uccide i grandi felini a causa della loro pelliccia o di loro parti del corpo da destinare alla medicina cinese.

Tra qualche anno non ci saranno più scene d’amore come quelle che vediamo nella foto a sinistra: non ci saranno più tigri, e forse nemmeno leoni, e la colpa sarà soltanto nostra, della nostra voglia di accumulare denaro ad ogni costo, anche a costo della vita degli animali.

Riguardo questo argomento, vi consiglio di guardare l’emozionante film-documentario dei coniugi Joubert, “Gli ultimi leoni” (tradotto per Sky col titolo “L’ultimo ruggito), disponibile in DVD o in programmazione su Sky. Eccone il trailer:

Link: L’iniziativa di National Geographic per i grandi felini Cause an uproar.

Annunci

COMMENTA

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...