Non ricordo il momento esatto in cui abbia deciso di partire. Forse l’ho sempre voluto. Non ricordo nemmeno quale fosse il giorno – era aprile o maggio 2010 –  in cui mio padre mi disse che sarebbe stato disposto a finanziarmi il viaggio. Inutile dire che non me lo feci ripetere due volte. Lui in seguito aggiunse: “Questa è la volta buona in cui o diventi furba o ritorni più cretina”. Bene.

Da piccola – mi riferisco ai tempi della scuola elementare –  quando le mie compagne di classe si chiudevano nel bagno della scuola per effettuare fantomatiche trasformazioni in “Sailor Moon”, io sognavo diventare un’etologa. Anche perché i ruoli delle guerriere Sailor erano già tutti occupati.

Avevo dei quaderni in cui scrivevo appunti presi dai documentari, taccuini pieni di caratteristiche degli animali più svariati, dei fatti più strani. In particolar modo mi interessavano i documentari girati nel Serengeti, il parco che per antonomasia rimanda il pensiero a paesaggi della savana, a gnu che migrano attraversando fiumi infestati da coccodrilli, a leoni che si riposano sotto le acacie ad ombrello.

Dunque ho sempre coltivato questo sogno dentro di me. Proprio la Tanzania, non il Kenya o altri Paesi vicini. Proprio lì volevo andare, e lo decisi quando ancora stentavo a scrivere correttamente, quando non sapevo bene come interpretare le lancette dell’orologio, quando confondevo la destra con la sinistra (mi si diceva “La destra è la mano con cui scrivi!”, ma il fatto che avessi tendenze a scrivere con la sinistra mi creava non poca confusione).

Dentro di me lo sentivo che prima o poi ci sarei andata. Guardavo il mappamondo che avevo dentro la mia stanza, e guardavo l’Africa. Era un mappamondo all’interno del quale vi era una lampadina: se lo si accendeva, mostrava i confini politici dei vari Paesi. Chissà che fine ha fatto.

Annunci

COMMENTA

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...