Come fare volontariato in Africa?
Le mie risposte
alle domande frequenti.


Vorrei diventare un volontario,
ci vogliono particolari competenze?

No, generalmente non vengono richieste particolari competenze. Ci vuole una grossa forza di volontà, voglia di mettersi a lavorare, e soprattutto uno spirito di adattamento non indifferente. Non preoccuparti se ad esempio non sai dipingere: imparerai lì, come ho fatto io.

Per fare volontariato in Africa devo pagare o è gratis?
Nessuno ti paga per fare volontariato, altrimenti questo non sarebbe tale. Sfatiamo questo mito: l’unico modo per non pagare nulla è il servizio civile internazionale (di cui parlerò più avanti). Il volontario paga i biglietti aerei – ed è la spesa più consistente – più altri contributi che possono esserci, come delle quote per acquistare i materiali con cui lavorare, o un contributo da dare alle strutture che ti danno alloggio; il discorso cambia per ogni situazione.

Cosa è un campo di lavoro?
Un campo di lavoro è una missione umanitaria di breve durata, in genere dura infatti uno o due mesi (talvolta anche solo 15 giorni). Vi partecipano molti giovani, ma è aperto a volontari di tutte le età.
Cosa si fa va fare? Dipende dal progetto della Onlus che avete scelto. Si va dai lavori manuali, come il ridipingere i muri di un orfanotrofio, scuola, o di un ospedale, etc. Insomma, dipende dal progetto in corso e dalle strutture presso cui alloggiate. Vi sono poi lavori più tecnici, come la bonifica di un pozzo o la costruzione di una casetta, ma sotto i consigli di un adulto lo possono fare anche i giovani. Un campo di lavoro poi, può consistere semplicemente nello stare insieme ai bambini: giocare con loro, insegnare qualche attività, etc.

Esistono campi di lavoro per la tutela di flora e fauna?
Sì, si chiama volontariato ambientale. Le attività svolte possono essere la riforestazione, la promozione dell’agricoltura biologica, o l’occuparsi degli animali  in vari modi (vaccinazione, monitoraggio delle specie a rischio di estinzione, etc.). Per informazioni dettagliate, clicca qui.

Cosa si paga?
Non esistono dei costi o delle spese fisse: ogni Onlus si muove in maniera diversa. C’è chi chiede 1.000 €, chi addirittura 4.000 €!
Vi faccio il mio esempio. Io ho pagato:
● Spese per passaporto (circa 83 €) e per il visto (50 €);
● 200 € di fondo-cassa comune (per l’acquisto di materiali, acqua imbottigliata, una notte in hotel, il taxi per l’aeroporto, e spese varie);
● 50 € ad ogni missione che mi ha ospitata (totale 150 €, ma è un contributo volontario, nessuno mi ha obbligata), perché comunque le strutture che ci accolgono hanno delle spese vive per ospitarci;
● Circa 720 € di biglietti aerei;
● Da aggiungere 150 € di farmaci (ma se li avete tutti a casa, comprerete solo le pillole per la profilassi antimalarica);
● Poi 150 € che ho speso lì in Tanzania per acquisti vari (souvenir).
Totale: 1.453 €.
Ho dimenticato di calcolare le spese per comprare degli indumenti e cose varie (prima della partenza), ma ciò perché ad esempio io non possedevo le scarpe da trekking, per le quali ho speso 80 €. Se ne trovano anche di economiche, ma io vi ho speso di più perché erano talmente comode che le ho messe per il viaggio in aereo (due giorni e una notte senza toglierle, e sembrava avessi delle morbide pantofole!). Quindi poniamo che io abbia speso sui 1.600 €.
Ci sono delle ulteriori spese rispetto a ciò che vi ho elencato, ma dipende da cosa avete già in casa e cosa dovreste comprare. C’è anche il costo di visto e passaporto.
A mio parere le Onlus che chiedono 4.000 € sono esagerate, ma poi ovviamente bisogna vedere la ragione per cui chiedono tale esosa cifra.

Posso lavorare in Africa per conto di un’organizzazione?
Esistono organizzazioni per la cooperazione allo sviluppo che cercano  personale che ricopra incarichi nel Sud del mondo; non esiste un requisito base in merito ai titoli di studio: si va dalle persone munite soltanto di un diploma, ai laureati, ai professionisti (Medici, architetti, ingegneri, etc.). Si tratta di lavoratori stipendiati, e rimangono operativi per un lungo periodo (alcuni mesi o alcuni anni, dipende dal progetto).  Per sapere quali requisiti vengano richiesti per diventare un operatore umanitario, clicca qui: “Come diventare operatore umanitario”.

.

Cosa è il servizio civile internazionale?
Il servizio civile internazionale è aperto ai cittadini italiani di età compresa tra i 18 anni (compiuti) e i 29 (non ancora compiuti al momento della domanda). Ha una durata di 12 mesi. Il volontario riceve un assegno mensile di 433,80 €, più un’indennità di 15 € giornalieri. Il volontario non paga nulla per le spese di trasporto (biglietti aerei, etc.), in quanto tale spesa viene affrontata dall’ente (che poi viene rimborsato dallo Stato).

Per ulteriori informazioni: http://www.serviziocivile.gov.it/Contenuti/Default.aspx?PageID=42

Per farvi un’idea sui requisiti richiesti, su come fare la domanda, il metodo di selezione, etc. inserisco il link al bando nazionale scaduto nell’ottobre 2011: link al bando

.
.

Come muovermi per trovare un’associazione con cui partire?
Il mio consiglio è di lasciare stare le grandi organizzazioni, ed optare cioè per un’associazione che si trovi nella propria Regione.
Ho stilato una lista delle Onlus che sostengono l’Africa: ecco la lista.
Io credo che, se amiamo davvero l’Africa, dobbiamo sostenere una Onlus nelle sue attività di tutto l’anno (che possono essere: vendita di calendari, fiere di beneficenza, raccolte fondi, invio di container in Africa, etc.), quindi non limitiamoci a pensare all’Africa soltanto per un mese, ma rendiamoci attivi anche qui in Italia.
Tramite Internet si trovano parecchie Onlus, basta cercare su Google “volontariato Africa” più la città o la Regione in cui viviamo.

Cosa fare prima di partire?
È fortemente consigliato sottoporsi a dei vaccini e alla profilassi antimalarica. Bisognerebbe iniziare a farlo almeno 5 mesi prima della partenza, un vaccino ogni mese.
Bisogna inoltre essere muniti di passaporto e visto.
Per informazioni dettagliate, consultate la pagina “Consigli per i volontari” all’interno del mio blog. Link: clicca qui

.
Se avete altre domande, chiedete pure! ;-)

About these ads

»

  1. dragan scrive:

    ragazzi sono un serbo con domicilio svizzero da 25 anni, diploma di carpentiere e falegname, vorrei partecipare in una “missione” di aiuto cosa devo fare??

    ps risp x email : bestdragan@hotmail.com

  2. marianna scrive:

    Ciao Elisa potresti contattarmi avrei bisogno di alcune informazioni, la mia e-mail è mariannagorga@gmail.com grazie

  3. Anonimo scrive:

    Ciao Elisa potresti scrivermi la tua e-mail perchè vorrei chiederti un paio di cose ti scrivo la mia se puoi mandami tu un messaggio alessandracarloni@hotmail.it

  4. Alessandro scrive:

    Salve, sono un ragazzo di 20 anni e studio presso un università a Milano. Viste le mie scarse condizioni economiche, vorrei sapere se esistono volontariati in cui i costi di viaggi ecc. non siano a spese dei ragazzi? In attesa di una vostra risposta cordiali saluti

  5. omar scrive:

    ciao mi chiamo omar ho 32 anni e vorrei fare del volontariato ambientale in africa almeno per un anno o piu,posso pagare le spese di viaggio ma vorrei potermi sostenere il vitto e alloggio con il lavoro,sono un esperto elettricista.spero tu possa indicarmi qualcosa dove possa rendermi utile.grazie

  6. Anonimo scrive:

    ciao elisa mi chiamo luca…il mio desiderio sarebbe quello di poter lavorare e vivere in africa facendo qualsiasi cosa!!ho una domanda più precisa…la mia ragazza è laureata in lettere triennale ed ha conseguito il ditals…con questi requisiti è possibile lavorare in una scuola ed essere retribuiti,insomma fare la maestra o la professoressa come qui?

  7. tommaso padolecchia scrive:

    ciao elisa, esistono limiti di età per un volontario?
    grazie tommy

    • Elisa scrive:

      Ciao Tommaso, NON esiste alcun limite di età se vuoi partire con una Onlus, mentre per il servizio civile internazionale devi avere massimo 28 anni.

  8. marco scrive:

    vorrei avere informazioni io sono di torino vorrei fare il volontario in africa pero non per un breve periodo ma per un lungo periodo non ho possibilita di pagare solo il viaggio
    ma vorrei spostarmi definitivamente vorrei aiutare le persone e dato che non ho un lavoro e in italia non riesco a vivere vorrei avere solo un tetto e del cibo tutto il resto per me non e importante e possibile?ho 41 anni

    • Elisa scrive:

      Ciao Marco, in questo caso il mio consiglio è di rivolgerti ai missionari – a prescindere che tu sia credente o meno – perché loro hanno strutture disseminate in tutto il territorio africano, e avresti fin da subito un punto di appoggio, con persone fidate che parlano Italiano.
      Suore della Consolata: http://www.consolazione.org/
      Missionari Comboniani: http://www.comboni.org/
      Esistono tantissime congregazioni, come quella presso cui ho fatto volontariato io in Tanzania: http://www.suorecollegine.it/
      Inizialmente potresti chiedere se puoi appoggiarti a loro, nel frattempo che cerchi una casetta e un impiego.
      Non buttarti direttamente nell’avventura, parla con i missionari e cerca di capire in che modo la tua professione potrebbe fruttare maggiormente, e in quali zone africane. Uno studio della lingua potrebbe anche far comodo.
      A breve inserirò una lista parziale delle missioni presenti in Africa, intanto contatta le congregazioni che ti ho indicato.
      Per qualsiasi altra domanda, resto a disposizione.

      Elisa

    • tommaso padolecchia scrive:

      ciao marco,
      sto facendo anch’io una ricerca molto simile alla tua. e vedo che non è facile venirne a capo. potremmo tenerci in contatto qualora ci fossero informazioni interessanti per il nostro obiettivo, che ne dici..?
      ciao tommy

  9. Lucia Soldà scrive:

    Ciao, io ho 18 anni e vorrei partire il prima possibile per l’Africa, ma come dici tu molte organizzazioni chiedono contributi spropositati oltre alla spese di viaggio.
    Io al momento posso sostenere le spese di viaggio e un contributo per vitto e alloggio, ma non riesco a trovare un modo per partire a queste condizioni…
    Qualche dritta/consiglio?
    Mi servirebbe tanto una mano..

  10. Veronica scrive:

    Puoi indicarmi qualche ong a Napoli? Graxie

  11. Anonimo scrive:

    Ciao a tutti,
    Ho 45 anni e sono un libero professionista e vorrei dare il mio aiuto.

    E ancora possibile data la mia età?

  12. Anonimo scrive:

    Ciao a tutti.
    Ho 45 anni e vorrei dare una mano anch’io. Come posso fare?

  13. Anonimo scrive:

    Bel riassunto ma vorrei far un commento sui consigli medici.Sono 5 anni che sto in Africa ormai…mai fatto la profilassi antimalarica e mai presa la malaria, grazie agli opportuni . Consiglierei di valutare posto e situazione prima di decidere di iniziarla. E le vaccinazioni, beh io le o fatte nel giro di una settimana, sei in tutto, senza problemi.

    • Elisa scrive:

      Ciao Anonimo. :) Ogni medico ha un parere personale, io ho consultato due medici – uno fa volontariato in Africa da 20 anni, l’altro da 4, quindi due persone che conoscono abbastanza bene i rischi del luogo – ed entrambi mi hanno consigliato di fare la profilassi. Altri medici potrebbero non consigliarla. In ogni caso è bene consultare il proprio medico, come ho scritto nel post.
      P.S.: Mi piacerebbe sapere qualcosa sulla tua esperienza quinquennale in Africa, scrivi al mio indirizzo elisaintanzania@gmail.com se ti va di condividerla con i miei lettori. Ciao!

  14. Anonimo scrive:

    Ciao, io vorrei partire per il volontariato in Africa … Pensavo al servizio civile perché non ho molte disponibilità economiche ma ho compiuto 29 anni… Dici che è troppo tardi o magari ancora ho qualche speranza?
    Grazie Denise

  15. Anonimo scrive:

    con quale associazione sei partita tu??

  16. Marco scrive:

    Ciao a tutti, sarei interessato a fare volontariato internazionale a lungo termine ma ho visto un pò in giro sul web che tutte le organizzazioni ti chiedono di coprire le spese di viaggio che io purtroppo non posso sostenere. Ho guardato il servizio civile internazionale ma oramai non rientro nell’età. Vi ringrazio per l’attenzione. Son ben accetti tutti i tipi di consigli. Grazie.

  17. elTito's scrive:

    Ciao, molto bello il tuo blog ma vorrei precisare una cosa.
    Non so quali siano le ong che chiedono tutti quei soldi per Farti Fare volontariato che di per se è un lavoro gratuito.
    Credo che chi chiede cifre a 3 zeri debba essere perlomeno segnalato perché scorretto.
    Nella mia veloce esperienza in Tanzania come geologo sono stato fortunato in quanto spesato per l’80% dall’università e comunque una ulteriore ong che contattai successivamente si impegnava a pagare volo e alloggio.

    Io vorrei ripetere l’esperienza anche per accrescimento professionale oltre che per dare una mano ma credo che sia necessario un minimo venire incontro a chi vuole partecipare.

    Ciao e buon continuo!

    • Antonino scrive:

      Ciao sono geologo anche io e vorrei fare una esperienza simile, cje mi consenta da un lato di dare una mano, dall’altro di mettere al servizo degli altri le mie competenze.
      grazie mille! tanodoc@gmail.com per chiunque voglia darmi un consiglio!

  18. icittadiniprimaditutto scrive:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

COMMENTA

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...